Senza Ce Pensà Testo

Testo Senza Ce Pensà

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Senza Ce Pensà"
S’arreposano ‘e penziere
Ma nuje cammenamme a ppere
E tenimme tutto ‘o tiempo pe parla’
E se fanno cchiu’ curaggio
‘e parole annascunnute
Ca vonn’ essere cchiu’ overe

Senza ce penza’
Voglio sta cu ‘tte’
Voglio pazzia’
Mmiezzo ‘a ggente ca fa ‘a guerra pe ccampa’
E ca dice ancora Vita mia
E ddinte ‘e viche cerca ancora a Ddio
E ca trova sempe ‘a forza ‘e s’arrangia’
Senza ce penza’
Voglio credere ca stamme bbuone ‘cca’
E nisciune ‘cchiu’ s’arrobba ‘a vita mia
Pecche’ nuje nun suppurtamme ‘a nustalgia

Ch’accattamme tutte ‘e suonne
Senza spennere na’ lira
Pecche’ nun se pava niente pe sbaria’
Po m’abbraccie forte forte
Quanne ‘o suonne ‘e troppo gruosse
Pecche’ tu ce cride overe

Senza ce penza’
Voglio sta cu ‘tte’
Voglio pazzia’
Mmiezzo ‘a ggente ca si allucca adda allucca’
Pecche’ chesta ggente ‘e ‘rrobba mia
E ‘vva ‘ncielo pure senza Ddio
Pecche’ penza ca dimane cagnarra’
Senza ce penza’
Voglio sta cu ‘tte’
Voglio sta’ ‘cca’
Pecche’ quanne a vita nasce ‘mmiezzo a via
Addeventa overe pure na’ bbucia
Musica
Simme ggente ‘e mare e gghiamme fore
Ma turnamme sempe ‘a chesti pparte
Pecche’ appiccecate nun sapimme sta’
  • Guarda il video di "Senza Ce Pensà"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.