Pianeti Irraggiungibili Testo

Testo Pianeti Irraggiungibili

(Vittorio Gucci & Antonio Levita)

Sto pensando che se questo mondo è davvero tondo, di qui passerai,
chissà quel giorno se di me davvero ti ricorderai,
il mondo è come un'altalena che va verso il cielo e poi ritorna giù,
vorrei filmare questo movimento e scoprire se,
se per qualche assurdo calcolo è possibile
che le nostre vie diventino incrociabili.

Siamo come due pianeti lontanissimi,
in un' orbita che non si incontra mai,
siamo paralleli e per natura unibili,
ma viaggiamo su due estremi irraggiungibili.
Ti sfiorerò, ce la farò, dovessi disegnare l' universo,
ti sfiorerò, ce la farò, dovessi perdermi e non orientarmi, più.

Sto pensando che se questo mondo ha davvero un fondo partirò da li,
ti giuro inventerò il modo per averti qui,
il mondo è quella scienza strana, come quel teorema che non capirò,
ma questa notte troverò la strada che mi porterà
a risolvere quel calcolo impossibile
di diagrammi e coordinate inaccessibili.

Siamo come due pianeti lontanissimi,
in un' orbita che non si incontra mai,
siamo paralleli e per natura unibili,
ma viaggiamo su due estremi irraggiungibili.
Ti sfiorerò, ce la farò, dovessi disegnare l'universo,
ti sfiorerò, ce la farò, dovessi perdermi e non orientarmi, più.

Siamo come due pianeti lontanissimi,
in un' orbita che non si incontra mai,
siamo paralleli e per natura unibili,
ma viaggiamo su due estremi irraggiungibili.

Sto pensando che se questo mondo è davvero tondo di qui passerai,
chissà quel giorno se di me davvero, ti innamorerai.
Copia testo
  • Guarda il video di "Pianeti Irraggiungibili"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più