0-9 A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z1

Traduzione Bleeding Ceremony

  • Guarda il video di "Bleeding Ceremony"
Cerimonia di sangue
Mi è stato insegnato ad essere sempre disponibile
ecco perchè apro le porte d'impulso
faccio sempre spazio per gli altri sul marciapiede
anche se ho notato nessun altro lo fa
si sono appena aperti un varco sbattendoti al suolo
Con uno sguardo compiaciuto sul loro volto
Così io resto a casa scrivere le mie canzoni
nella mia oasi di fantasia

Sarebbe così strano voler passare
il resto della mia vita nella mia testa
mentre passo il mio pollice lungo il filo del rasoio?
mi riscaldo nella vasca mentre guardo le macchie
del sangue che ho sparso

ma io non l'ho mai detto
quel che volevo dire
era morire

sono un solitario, che vi piaccia o meno, sono un Marat*, dentro sono solo,
purificato dal masochismo in una cerimonia di sangue
accendo una candela, apro la mia mano e finirò le rappresaglie
dalla viltà del ? qui nella più sgraziata delle nazioni

Sarebbe troppo benefico passare
il resto della mia vita nella mia testa?
mi sto facendo del male a ricordare? Come lo slittino di Orson?**
Ho atteso così a lungo per scrivere le parole di questa canzone
immagino che sanguinerò fino a morire

ma io non l'ho mai detto
quel che volevo dire
era morire

ora spero che magicamente io riemergerò tornando in vita
sebbene adesso io stia svanendo in un bagno di vino e cicuta
diventerò un eroe oscillando la mia spada in un antico mondo sanguinario
e lascerò la vita qui, rovinata dal senso di colpa
dove hanno bisogno di disperdere il gregge

morire

era quel che volevo dire
quel che volevo dire
era morire

quel che volevo dire
era morire

quel che volevo dire ...

Note traduzione

*Jean-Paul Marat: politico e rivoluzionario francese.
Di lui si ricorda soprattutto la morte, impressa nel
dipinto "La morte di Marat" di Jacques-Louis David,
in cui Marat è riverso nella vasca, pugnalato a morte
da Charlotte Corday D'Armont.

**Orson's sled: Riferimento a "Quarto Potere", il film
il cui protagonista è Orson Welles. Il suo slittino è
il simbolo della sua infanzia, un'allusione all'unico
periodo della sua vita in cui era stato davvero felice.

  • Guarda il video di "Bleeding Ceremony"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più