La Resa Testo

Testo La Resa

Ruvido è sempre più il distacco tra i due mondi
tra politica e realtà, la vita nelle strade
non si veste in doppiopetto blu e di indennizzi
ma di sudore, fatica, grasso ed un salario ad ore

ed il bello è che è sempre il primo a decidere
anche quando non sa o non ha mai vissuto come me
su strade d'asfalto a rompersi il ginocchio
a prendere alle auto lo spazio per giocare

dimmi tu dove giochi
se lo fai mentre parli ora
dimmi tu dove giochi
se lo fai solamente ora

di politica corrotta e di scandali a corte
non ne abbiamo bisogno, gli chiudiamo le porte
di sermoni ed apologie nelle votazioni
ne abbiamo ascoltati tanti, senza emozioni
uno, due e tre, apriamo la marcia in danza
ascolta la voce, la musica e il basso, la gente che avanza
la pretesa di vivere in dignità
pace, rispetto, nessuna divisione, né povertà

dove sono le promesse delle campagne elettorali
siamo d'accordo: aumento del benessere e riduzioni fiscali
da ogni scanno saranno votati? Ogni “bla bla” dirà si?
La corda ormai è tesa, è il momento della resa

dimmi tu dove giochi
se lo fai mentre parli ora
dimmi tu dove giochi
se lo fai solamente ora

di politica corrotta e di scandali a corte
non ne abbiamo bisogno, gli chiudiamo le porte
di sermoni ed apologie nelle votazioni
ne abbiamo ascoltati tanti, senza emozioni
uno, due e tre, apriamo la marcia in danza
ascolta la voce, la musica e il basso, la gente che avanza
la pretesa di vivere in dignità
pace, rispetto, nessuna divisione, né povertà
Copia testo
  • Guarda il video di "La Resa"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più