Il Vino Dei Ciliegi Testo

Testo Il Vino Dei Ciliegi

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Il Vino Dei Ciliegi"
sputo ciliegie
e ne ingoio il nocciolo amaro
la tua presenza
grava quanto la tua assenza
e mi guardo spezzarmi
come un ramo ad ogni suo silenzio
e nascondermi dietro
un mio invito ad un'altra guerra

ora che il vino dalle tue labbra
non ha più sapore
sotto quel cielo tu guardaci bene
ora che il vino dalle tue labbra
non ha più sapore
sotto quel cielo non c'è alcun rumore

e cancello il tuo nome
da una lista di sfide mancate
sollevando un'offesa
che non paga la mia insofferenza
così sputo ciliegie
e ne ingoio il nocciolo amaro
e ancora sputo ciliegie
ancora sputo ciliegie


ora che il vino dalle tue labbra
non ha più sapore
sotto quel cielo tu guardaci bene
ora che il vino sulle mie labbra
non ha più sapore
sotto quel cielo non c'è alcun rumore
sotto quel cielo non c'è alcun rumore
  • Guarda il video di "Il Vino Dei Ciliegi"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.