Fuochi Artificiali Testo

Testo Fuochi Artificiali

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Fuochi Artificiali"
E il vapore acqueo delle nostre illusioni
con le costole fragili
come certi balconi meridionali
come le repubbliche democratiche
fondate sui telespettatori
e certi cieli bianchi bianchi
come i tuoi polsi quasi trasparenti
è notte non brillano i capelli
per quanto decolorati, per quanto sporchi

e in macchina sull'argine stavamo volentieri scomodi
ad appannare i vetri a disegnare dei profili
gli elettrocardiogrammi piatti di tutti
invece dai tuoi occhi partivano dei missili
invece dai tuoi occhi partivano dei missili

ci guardavamo riflessi sulle vetrine
arrivederci amore
tra otto ore andremo ad abortire
tra i campi di mimose
tieni le lacrime
per irrigare questo mare nero, nero mare
ci troveremo a camminare tra le fabbriche
lunghe come l'orizzonte
per una costatazione amichevole
del nostro niente

avremo gli occhi lucidi come le mercedes
avremo gli occhi lucidi come le mercedes
avremo gli occhi lucidi come le mercedes...
  • Guarda il video di "Fuochi Artificiali"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.