Duemiladiciannove Testo

Informazioni su Duemiladiciannove Duemiladiciannove è una canzone di Francesco Gabbani, disponibile dall'11 novembre 2019.
Il brano, non presente su nessuna piattaforma di streaming, è stato inviato dallo stesso cantautore ai propri fan via Whatsapp.
leggi tutto

Testo Duemiladiciannove

Due zero uno nove
duemiladiciannove

Duemila e diciannove sul bagnato ci piove
odissea nello spazio ne ha mancati diciotto
cappuccino e cornetto
chi l’amore e chi il sesso
ma il cornetto ha un difetto
nel cappuccio si è rotto
chi la fa se la gode
duemila e diciannove
non lo so fai un po’ te

Al di là della norma
del sistema sociale
(E cri cri cri ci son troppe cicale)
con un piede nel bene e una scarpa nel male
dietro a queste parole dentro a cui ci perdiamo
al di là del senso, del progetto immenso
del concepimento, dell’essere umano
ti amo

E se mi vuoi ti aspetto qui
dietro quello che si vede
tra la materia oscura e
un po’ di stelle nelle vene
io comunque resto qui
sotto quello che si tocca
nel cuore della lotta
tra il sublime e il verme
tra lo spirito e la carne
duemiladiciannove

Tra una paura gigante
e l’entusiasmo del principiante
tra un sogno libero in volo
e il tremolio delle gambe stanche
con una mano che ruba
e un fondoschiena senza mutande
saranno pregi e difetti
distinzioni e progetti, delusioni e confetti
chi la fa se l’aspetti
aspetti

E se mi vuoi ti aspetto qui
dietro quello che si vede
tra la materia oscura e
un po’ di stelle nelle vene
io comunque resto qui
sotto quello che si tocca
nel cuore della lotta
tra il sublime e il verme
tra lo spirito e la carne
duemiladiciannove

Due zero uno nove
duemiladiciannove
ciclo di rivoluzione
un altro giro sopra al mondo
due zero uno nove
duemiladiciannove
ciclo di rivoluzione
duemiladiciannove
e tu chi sei?
tu dove vai?
tu come stai?
e tu come stai?

un po’ ridendo e un po’ scherzando
se ne è andato un altro anno
tra la verità e l’inganno
tra Natale e Capodanno
io vorrei che nevicasse
come nevica in un film
che diventa tutto un po’ più giusto e bello
tutto a posto e molto meglio

E se mi vuoi ti aspetto qui
dietro quello che si vede
tra la materia oscura e
un po’ di stelle nelle vene
io comunque resto qui
sotto quello che si tocca
nel cuore della lotta
tra il sublime e il verme
tra lo spirito e la carne
duemiladiciannove