Ricordi Di Un Bambino Testo

Testo Ricordi Di Un Bambino

Fabio Rovazzi: arriva l’accusa di plagio
  • Guarda il video di "Ricordi Di Un Bambino"
ricordo da bambino
giravo per le strade
spingendo un organino
che pena rind' o core
tenev' rind'a e mmane
un piccolo piattino
a gente che passava
qualcosa mi dava
suonavo con dolcezza e tanta tenerezza
o core regalav'
ognuno che aspettava in quel piattino qualcosa donava
io con gentilezza
a gente ringraziav'
e poi cu nu sorriso pian piano me ne andavo
e si faceva sera e sulo rind'a o scuro
a casa mia turnav'
mamma che m'aspettav' nun se cuccav'
se nun viriv'a me.

mamma che m'abbracciav'
e io l'accarezzav'
quello che le portavo
certo nun le bastav'
suonavo e risuonavo
spingendo l'organino
papa ch' era malat'
io cu brutto destino

suonavo con dolcezza e tanta tenerezza
o core regalav'
ognuno che aspettava in quel piattino qualcosa donava
io con gentilezza
a gente ringraziav'
e poi cu nu sorriso pian piano me ne andavo
e si faceva sera e sulo rind'a o scuro
a casa mia turnav'
mamma che m'aspettav' nun se cuccav'
senza di mee
io con gentilezza
a gente ringraziav'
e poi cu nu sorriso pian piano me ne andavo
e si faceva sera e sulo rind'a o scuro
a casa mia turnav'
mamma che m'aspettav' nun se cuccav'
senza di me.

io con gentilezza
a gente ringraziav'
e poi cu nu sorriso pian piano me ne andavo
e si faceva sera e sulo rind'a o scuro
a casa mia turnav'
mamma che m'aspettav' nun se cuccav' .
se nun viriv'a me.
  • Guarda il video di "Ricordi Di Un Bambino"
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.