Discorsi Da Bar Testo

Testo Discorsi Da Bar

Discorsi da bar su Saddam Hussein,
per fortuna che questi non son soci miei
La vergogna che sento nel petto:
capire che il dolore degli altri a molti non fa più effetto
In televisione il clone dice “ok!”,
dichiara il ministro “Sono amici miei!”
La menzogna che viene alla luce
mi ricorda i tempi di mia nonna, i discorsi del duce
Il vento infuocato degli Alisei
mi inumidisce gli occhi come non vorrei
Una carogna di me non faranno
Devo sentire quel che è dentro me, la mia enorme
rabbia.
Copia testo
  • Guarda il video di "Discorsi Da Bar"
Questo sito web utilizza cookies di profilazione di terze parti per migliorare la tua navigazione. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina acconsenti all'uso dei cookie.leggi di più