Mercenaria Testo

Testo Mercenaria

Vasco Rossi, il Live Kom ‘016 parte da Lignano Sabbiadoro
Non lanciarmi addosso
che non sono capace di capire le cose.
Non mi lanciare contro
l'ostinata gravidanza di mamma ignoranza.
Oggi per te la mia mano è
la tua avidità.
Non gridarmi addosso
ogni luogo comune di cui sei portavoce.
Non mi gridare contro
frustrazione condita con rara saggezza.
Oggi per te il mio udito è
è un riflesso impietoso,
nitida eco della tua sordità.
Non sputarmi addosso
una tabula rasa di ubriachi sensi di colpa.
Non mi sputare dentro
che io sono il veleno e tu l'acqua santa.
Oggi per te il mio volto è
è un riflesso impietoso,
limpido specchio della tua cecità.
Oggi per te la mia mano è
è un'ingorda mercenaria,
sensibile solo al tatto dei soldi,
i soldi:
l'unica cosa che mi puoi dare, l'unica cosa che posso avere, l'unica cosa che voglio avere;
l'unica cosa che mi puoi dare, l'unica cosa che posso avere, l'unica cosa che voglio avere;
l'unica cosa che mi puoi dare, l'unica cosa che posso avere, l'unica cosa che voglio da te.
Questo sito web utilizza cookie di profilazione di terze parti per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e per migliorare la tua esperienza. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scrollando la pagina o cliccando qualunque elemento sottostante acconsenti all'uso dei cookie.